LAST NEWS Tutte le news


Filtra per categoria : AFFITTI, ARREDAMENTO E TENDENZE, RISTRUTTURARE - RIQUALIFICARE, INCENTIVI / DETRAZIONI SUGLI IMMOBILI, MUTUI, COCOPROMO

Cerca fra i tag : RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA, DETRAZIONE IRPEF DEL 50, INTERVENTI DI RECUPERO EDILIZIO, CEDOLARE SECCA, AFFITTO, CANONE CONCORDATO, PRESTITO, IPOTECA, VITALIZIO, , DETRAZIONI; PERTINENZE; 730; AFFITTO; DEDUZIONI, GARANZIA; PRESTITO; FIDEIUSSIONE;, ECOBONUS; RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA; BONUS MOBILI; DETRAZIONI SU PRIMA CASA, IDEE; BAGNO; CASA, ARREDAMENTO; DISTRIBUZIONE SPAZI, RECINZIONE; IDEE; CASA, LOCAZIONI; AGEVOLAZIONI PRIMA CASA, BONUS VERDE; DETRAZIONI FISCALI, , VENDERE;AGENZIA IMMOBILIARE;, VALUTAZIONE GRATUITA, VALUTAZIONE GRATUITA; , VALUTAZIONE GRATUITA; SEGUITO; AGENZIA IMMOBILIARE, APE; ATTESTATO PRESTAZIONE ENERGETICA; VENDERE CASA; PROMOZIONI, AGENZIA IMMOBILIARE; SERVIZI IMMOBILIARI, COVID; RIPARTIRE; AGENZIA IMMOBILIARE, CERCHIAMO; CASAM, CERCHIAO; CASA; GIARDINO; , NUOVA PROPOSTA, VILLA BIFAMILIARE


Le novità del Decreto “ENERGIA”

Le novità del Decreto “ENERGIA”

Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del 5 giugno, è entrato in vigore, a decorrere dal 
giorno seguente, il Decreto Legge n. 63/2013, il quale, schematicamente, prevede:

la proroga al 31.12.2013 della detrazione spettante per le spese di riqualificazione 
energetica degli edifici (ovvero al 30.6.2014 se relative ad interventi su parti comuni dei 
condomini), nonché l’aumento della stessa dal 55% al 65% per le spese relative ai lavori 
effettuati dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2013 (o 30.6.2014), tuttavia con una riduzione 
dei limiti massimi di spesa agevolabile;

la proroga al 31.12.2013 della detrazione IRPEF del 50% per gli interventi su unità 
immobiliari residenziali.

Per entrambi i tipi di intervento la detrazione è usufruibile in 10 quote annuali di pari importo.
Il Decreto in esame prevede inoltre che, in caso di intervento di recupero del patrimonio edilizio, la detrazione IRPEF del 50% sia estesa alle spese sostenute fino al 31/12/2013 per l’acquisto di mobili, su un importo massimo di Euro 10.000,00 con riferimento a ciascuna unità abitativa oggetto di intervento, usufruibile anche in questo caso in 10 quote annuali di pari importo.

In relazione a quest’ultima agevolazione, si ritiene utile precisare che:

non sia sufficiente che l’intervento rientri tra quelli per i quali è potenzialmente detraibile il 50% ma sia necessario fruire realmente della detrazione e quindi assolvere a tutti i relativi adempimenti (pagamento con bonifici, esposizione dei dati nel mod. UNICO, ecc.);

non necessariamente le spese per i lavori di recupero devono essere sostenute prima di quelle dell’arredo. In altre parole, è possibile beneficiare della detrazione del 50% sulle spese di acquisto dei mobili anche qualora le stesse siano sostenute prima delle spese di “ristrutturazione”, purché i lavori siano iniziati antecedentemente.

rientrano nell’agevolazione anche le spese sostenute per il montaggio ed il trasporto dei mobili;

qualora non vi sia coincidenza tra l’intestatario della fattura di acquisto dei mobili e l’ordinante il bonifico, la detrazione spetta al soggetto che ha effettivamente sostenuto la spesa, purché sulla fattura sia annotato che la spesa è stata sostenuta da chi intende usufruire della detrazione;

qualora non vi sia coincidenza tra il soggetto che ha sostenuto le spese di ristrutturazione e quello che ha sostenuto le spese per l’arredo della stessa abitazione, quest’ultimo non ha diritto di usufruire della detrazione delle spese per arredi.

Riepilogando, sono agevolabili le spese sostenute per l’acquisto dei mobili finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto dell’intervento di recupero. Mentre non sono agevolabili gli acquisti di elettrodomestici, televisori e computer. 
Si rimane al momento in attesa di un chiarimento relativamente al caso di acquisto di mobili che includono elettrodomestici da incasso (si pensi al caso ad esempio della cucina completa di forno, frigorifero, lavastoviglie, ecc.).

fonte - Ascom Trieste (Gianluca Gioffrè)


tag riqualificazione energetica, detrazione IRPEF del 50, interventi di recupero edilizio